martedì 3 gennaio 2017

II Consiglio dell'Unione ha votato l'adozione del RUE. Ci sono 60 giorni per presentare osservazioni e modifiche

Il 21 dicembre scorso, il Consiglio dell’Unione dei Comuni della Romagna Faentina, dopo aver acquisito l'indirizzo favorevole dei Consigli Comunali, ha votato l’”adozione” del nuovo RUE, il Regolamento Urbanistico ed Edilizio intercomunale dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo, che costituisce – di fatto – il nuovo strumento di pianificazione urbanistica del territorio.

La LR n. 20/2000, al Titolo II “Strumenti e contenuti della pianificazione“, Capo III “Pianificazione urbanistica comunale”, prevede infatti la sostituzione del Piano Regolatore Generale (PRG) con tre nuovi strumenti:
-    il Piano Strutturale Comunale (PSC),
-    il Piano Operativo Comunale (POC),
-    il Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE).


I Comuni di Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo sono già dotati di Piano Strutturale Comunale (PSC), redatto non singolarmente da ogni Comune ma nell’ambito di un processo di pianificazione in forma associata, come previsto dall'art. 15 della LR 20/2000.
A seguito di questa positiva esperienza l'Unione dei Comuni della Romagna Faentina ha proseguito l'attività di pianificazione urbanistica unitaria avviando un percorso per l'elaborazione dei RUE, a partire da quello di Faenza approvato nel marzo 2015.
A questo, ora si unisce il Regolamento Urbanistico Edilizio dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo, portando a compimento – una volta approvato il RUE – il processo di gestione unitaria della pianificazione urbanistica nell’area della Romagna Faentina.

Cos’è il RUE
Il RUE, come previsto dall’art. 29 della n. LR 20/2000, è lo strumento che disciplina le procedure ed attività di costruzione, trasformazione fisica e funzionale e di conservazione delle opere edilizie, comprese le norme igieniche di interesse edilizio, le prestazioni ambientali, di sicurezza e di qualità da assicurare agli edifici; il RUE stabilisce inoltre la disciplina delle trasformazioni negli ambiti territoriale definiti dal PSC e non governati dal POC e si attua con intervento edilizio diretto.

La progettazione e predisposizione del RUE intercomunale dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese Riolo Terme e Solarolo, è stata accompagnata da un ampio processo di partecipazione democratica - condiviso dai Sindaci dell’Unione della Romagna Faentina - che ha coinvolto le organizzazioni di categoria e professionali, i progettisti e i tecnici del settore, i portatori di interessi, attraverso iniziative pubbliche e tavoli di lavoro.

I contenuti del RUE intercomunale sono omogenei a quelli del RUE del Comune di Faenza e contengono un apparato normativo e cartografico che utilizza un “linguaggio comune” utile per l'utilizzo e la gestione dello strumento, che tiene in considerazione le diverse specificità e caratteristiche territoriali degli ambiti di pianura e collina/montagna.

***

In analogia a quanto fatto per il RUE del Comune di Faenza, la proposta di RUE intercomunale, è stata preventivamente pubblicata sul sito istituzionale dell’Unione della Romagna Faentina dal 5 ottobre 2016 per assicurarne la più ampia diffusione e per la libera visione.
Da tale data i contenuti del RUE sono stati discussi e modificati, nonché integrati e revisionati in funzione delle indicazioni delle singole Amministrazioni comunali e preventivamente esaminati dalle competenti Commissioni per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (CQAP).

Elaborati
Gli elaborati costitutivi il Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE) intercomunale dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo, nonché parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, si compongono di:

elaborati prescrittivi
Tav. P.1 Schede progetto
Tav. P.2 Norme di Attuazione
•Tav. P.3 Progetto - scala 1:5.000
(68 Tavv. - Le Tavv. relative a Casola Valsenio sono: 17.1 - 17.2 - 18.1 - 16.4 - 17.3 - 17.4 - 18.3 - 22.1 - 22.2 - 23.1 - 23.2 - 22.3 - 22.4 - 23.3 - 23.4)
Tav. P.4 Progetto centro storico - scala 1:1.000 (24 Tavv.)
Tav. P.5 Attività edilizia e procedimenti

elaborati conoscitivi:

•Tav. C.2 Tavola dei vincoli - scala 1:10.000 (105 Tavv.) e Scheda dei Vincoli
•Tav. C.3 VALSAT (comprensiva di “Sintesi non tecnica” e “Valutazione di incidenza”)
•Allegato A.1 Il piano regolatore della sismicità (PARTE 1) (PARTE 2)
•Allegato A.2 La partecipazione

Osservazioni
ll RUE, dopo l’adozione, resterà in deposito per 60 giorni consecutivi, a decorrere dalla data di pubblicazione del relativo avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Il RUE adottato, inoltre, è stato trasmesso alla Provincia di Ravenna per acquisire i pareri di competenza.
Entro lo stesso termine (60 giorni dalla pubblicazione dell’avviso nel BUR) è possibile presentare osservazioni al RUE. Nei 60 giorni successivi le osservazioni verranno valutate e controdedotte dal Servizio urbanistica dell’Unione della Romagna faentina che consegnerà gli elaborati al Consiglio dell’Unione per l’approvazione definitiva.

***





ESITO DELLA VOTAZIONE per l’adozione del RUE:
Consiglieri presenti n. 20
Consiglieri votanti n. 18

Voti favorevoli n. 16
Voti contrari n. 2 (Cericola, Casadio)
Astenuti n. 2 (Palli, Necki)

Nessun commento: