venerdì 12 settembre 2014

11 settembre 1973: il golpe in Cile in 5 libri

Salvador Allende
L’11 settembre 1973 i militari guidati dal generale Augusto Pinochet, con la complicità dell’amministrazione statunitense, prendevano il potere a Santiago del Cile, spodestando il governo democraticamente eletto del presidente Salvador Allende e inaugurando una delle più feroci dittature reazionarie contemporanee.
A quarantuno anni di distanza vogliamo ricordare quei tragici avvenimenti attraverso cinque consigli di lettura, per riflettere ancora una volta su quanto la libertà di cui godiamo non sia per nulla scontata.

Le armi di ieri – Max Marambio (Mondadori)
L’11 settembre 1973 Max Marambio aveva 26 anni e copriva la carica di responsabile della guardia personale del presidente Allende. In questo libro racconta da testimone diretto i drammatici eventi del golpe militare, la sconfitta del governo democratico e la strenua resistenza durata dieci mesi nell’ambasciata cubana, per sfuggire alle torture e alla morte.
Salvador Allende. Anatomia di un complotto organizzato dalla Cia – Patricia Verdugo (Dalai Editore)
Attingendo da alcuni documenti declassificati dall’amministrazione Clinton, Patricia Verdugo prova a dare un resoconto dell’influenza dei servizi segreti nei drammatici anni che vanno dall’elezione di Allende al golpe di Pinochet.
La casa degli spiriti – Isabel Allende (Feltrinelli)
È il primo romanzo della grande scrittrice, un’appassionata saga familiare che ritrae il destino di un popolo intero. Nacque inizialmente come una lunga lettera dall’esilio indirizzata al nonno morente rimasto in Cile dopo colpo di stato.
Chi ha ucciso Lumi Videla? Il golpe Pinochet, la diplomazia italiana e i retroscena di un delitto – Emilio Barbarani (Mursia)
Si tratta delle vicende realmente accadute all’autore, diplomatico italiano a Santiago proprio negli anni della dittatura. Durante il suo incarico riuscì a proteggere e nascondere centinaia di rifugiati politici, tra spie, intrighi e la soluzione di un caso di omicidio in ambasciata.
Il generale e il giudice – Luis Sepulveda (Tea)
È una raccolta di articoli che racconta le fasi successive all’arresto di Augusto Pinochet nell’ottobre del 1998. Attraverso quegli eventi l’autore cileno ripercorre anche la storia del suo paese, a partire dal golpe dell’11 settembre ’73 fino ai giorni nostri.
--------------------
- Le armi di ieri – Max Marambio (Mondadori)
- Salvador Allende. Anatomia di un complotto organizzato dalla Cia – Patricia Verdugo (Dalai Editore)
- La casa degli spiriti – Isabel Allende (Feltrinelli)
- Chi ha ucciso Lumi Videla? Il golpe Pinochet, la diplomazia italiana e i retroscena di un delitto – Emilio Barbarani (Mursia)
- Il generale e il giudice – Luis Sepulveda (Tea)

Nessun commento: